jump to navigation

Lettera inutile, “ameno” che… gennaio 21, 2011

Posted by adsdc2009 in adsdc, associazione dottori in scienze della comunicazione, News, scienze della comunicazione.
Tags: , , , , , ,
trackback

Associazione dottori in scienze della comunicazione italiani

Ricevo e  pubblico il contributo di Simone di  Biasio

brillante Dottore  in Scienze della Comunicazione

Almeno una letterina la saprò scrivere. E così ho pensato di rispondere alla dott.ssa MariaStella Gelmini, che in quel di Reggio Calabria passò per vacanze giuridiche e “meritati” consensi prima di approdare alla corona d’alloro sul capo. Eppure a Scienze della Comunicazione, tra l’altro, m’insegnano come fregano le menti più sciatte tramite i mezzi di distrazione di massa.. Non per rifarlo, ma a mo’ di prevenzione in casi come quello di martedì 11 Gennaio scorso. All’attuale Ministro dell’Istruzione italiano evidentemente lo studio delle leggi non interessava quanto l’arrivare dritta al punto: la laurea. E anch’io il pezzo di carta adesso ce l’ho, da un mese. La laurea di cartone in Scienze delle Merendine è mia. Magari troverò pure un lavoro socialmente utile. No, dimenticavo: la mia laurea non è tecnica, è inutile. Un’amenità. Che bello, ho anche un 110 inutile e una lode amena.

Cavolo, a pensarci era tutto così semplice: mia madre voleva che mi arruolassi. Mi diceva: “Farai il giornalista lì dentro (nell’esercito, ndr), almeno hai uno stipendio garantito”. Mio nonno mi ha sempre consigliato di entrare in politica: “Può sempre servire”, incalzava. I giornalisti ascoltati prima della fatidica scelta universitaria me l’avevano persino detto in faccia: “Evita Scienze della Comunicazione come la peste!”. I calcoli all’Università non me li hanno insegnati, però 2+2 fa quasi 4. Quindi sono un appestato imbecille laureato di carta in una Facoltà inutile protesa alle amenità. La dott.ssa Gelmini ne conoscerà il significato? Non credo, visto che per lei io studio “Scienze delle comunicazioni. È inutile spiegarle che è al singolare e le comunicazioni non esistono. Lei mica è una tecnica, è un insigne giurista. L’apostrofo? Inutile, una amenità. Tanto non se n’accorge nessuno. Come non si accorge nessuno che gli studi in Comunicazione soltanto in Italia raggiungono questi livelli di svalutazione. Come non si accorge nessuno che esiste un popolo di Comunicatori preparato e un popolo di Comunicatori impreparato Come esistono giuristi insigni e giuristi che considerano “leggi” al massimo un imperativo seconda persona singolare. Come non si accorge nessuno che gli Studi sulla Comunicazione vanno incoraggiati. Ma se non si investe sulla Cultura, se si tagliano i fondi al cinema, al teatro, volete che lascino in piedi i nuovi approcci al giornalismo e ai media elettronici? Fu Umberto Eco ad iniziare l’istituzionalizzazione dei curricula in Comunicazione negli Anni Novanta. È inutile pure lui? Un tipo ameno, visti i suoi studi poco tecnici. Ah, per la Gelmini parlano i dati? A me i numeri hanno sempre provocato allergie con prurito agli occhi, ma… et voila!

Dagli ultimi dati dell’osservatorio Almalaurea emerge tutto che i laureati del 2004 in Scienze della Comunicazione, a cinque anni dalla laurea, lavorano nell’87% dei casi, mentre la media nazionale è dell’82%. Anche i neolaureati triennali in Scienze della Comunicazione del 2008 lavorano più  della media nazionale: 49% contro 42,4%, ma scontano stipendi più bassi e una maggiore precarietà. Nell’ultimo numero di Gennaio di “Comunicazione.doc” Andrea Cammelli rileva che la situazione lavorativa nel 2009 risulta “assai più preoccupante per tutti i laureati, anche quelli delle cosiddette ‘lauree forti’ come Ingegneria ed Economia.

E comunque non ci scaldiamo per così poco, Comunicatori. Pensate che secondo Henry Louis Mencken, giornalista dei primi anni Cinquanta del Novecento noto come “il saggio di Baltimora”, “Tutto ciò che è inutile è sempre rispettabile, per esempio la religione, i vestiti alla moda, la conoscenza della grammatica latina”. È inutile, io in Scienze della Comunicazione ci credo.

Annunci

Commenti»

1. Tweets that mention Lettera inutile, “ameno” che… « Associazione Dottori Scienze della Comunicazione -- Topsy.com - gennaio 21, 2011

[…] This post was mentioned on Twitter by adsdcitalia, adsdcitalia. adsdcitalia said: Lettera inutile, "ameno" che… https://adsdc2009.wordpress.com/2011/01/21/lettera-inutile-ameno-che/ […]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...